Raffaele Maurelli, in arte Rapha, suona dall’età di 9 anni: storia di un talento che non smette sognare

 In News

Si chiama Raffaele Maurelli, ha solo 28 anni e il suo nome d’arte è Rapha (italy). La sua musica sta conquistando i giovani (e i meno giovani) italiani e internazionali. Abbiamo deciso di intervistarlo per vivere il suo viaggio in questo mestiere tanto bello quanto difficile, attraverso le sue parole.

Quando è incominciata la tua passione per la musica?

Direi che con la passione per la musica ci sono nato. In quarta elementare ho incominciato ad appassionarmi di musica elettronica: ricordo di averla ascoltata per la prima volta su una vecchia cassetta mangia nastri e di non essere più riuscito ad abbandonarla.

Quando è incominciata la tua carriera ?dj

Verso i 13-14 anni decisi di imparare a suonare , mentre la “carriera” è iniziata più o meno quattro anni fa con le uscite e collaborazioni con SK Recordings dove da poco sono diventato uno dei direttori artistici e da un paio di anni stiamo facendo uscire buonissimi prodotti che ci stanno facendo conoscere in ambito internazionale.

Hai fatto dei tappe fuori dall’Italia? Dove ?

Sì. Ho suonato a Zurigo, Barcellona e in Belgio. La prossima tappa internazionale sarà nuovamente Barcellona per il SONAR OFF WEEK dove ci saranno anche Skizzo, Wade, Franz Costa, Artslaves, Gianfranco TroccoliLio Mass e Jayro.

Quali sono i progetti futuri?

Ho avuto un bella soddisfazione con la pubblicazione di una traccia insieme a un caro amico e collega, Gianfranco Troccoli, che uscirà su un etichetta importante come Deeperfect. Nonostante ciò continuerò a fare sempre quello che già faccio: cercare di migliorarmi ogni giorno continuando a studiare. Non si smette mai di imparare: dal modo di produrre al modo di suonare. Possiamo dire che ascoltare, suonare e produrre siano proprio l’abc di questa professione.

Cosa ti sentiresti di dire a chi vuole intraprendere questo mestiere?

Per chi vuole fare il DJ secondo me le cose più importanti sono sicuramente avere una cultura musicale consolidata, saper ascoltare molto e cercare di personalizzarsi attraverso la produzione: imparare a produrre è forse l’ unico modo per farsi conoscere a livello mondiale. E soprattutto occorre avere molta pazienza e determinazione: senza di queste ai primi “no” rischi di demoralizzarti e abbandonare prima ancora che i tuoi sogni abbiano avuto la possibilità di spiccare il volo.

 

Scopri il nostro corso per DJ

Recent Posts
Contattaci

Ciao, sono Valentina, la tua consulente di Istituti Professionali, di cosa hai bisogno?

matrimonio siciliano istituti professionali 0baby spa