Qual è il futuro della radio? Perché lo speaker l’ha rivoluzionata

 In News

Come la storia della radio insegna, il primo mezzo di comunicazione di massa ha dato straordinaria prova di adattamento all’evoluzione del mercato; ancora oggi è in continuo divenire e non smette di riservarci nuove sorprese. E’ ormai noto come la radio si stia preparando ad un nuovo periodo dell’oro rivisitandosi in chiave moderna per i suoi ascoltatori. il futuro della radio - speaker

Le ultime innovazioni riguardano la Digital Radio:

Conosciuta anche come Dab+, evoluzione della tecnologia Dab (Digital Audio Broadcasting), è un sistema di radiodifussione digitale che permette una ricezione radio ottimale eliminando i disturbi dovuti alla scarsa ricezione di una frequenza in relazione agli spostamenti; pensiamo a tutte le volte che la radio inizia a gracchiare mentre siamo in auto man mano che ci spostiamo fino a perdere totalmente la ricezione e siamo costretti a cambiare stazione FM. La Digital Radio è la nuova frontiera della trasmissione radiofonica a cui le varie emittenti stanno man mano aderendo; ci aspettiamo in un futuro molto prossimo che i problemi legati alla ricezione disturbata da reti elettriche, gallerie o perdite di segnale non esistano più.

Un coinvolgimento sempre maggiore dell’ascoltatore: quando il ruolo dello speaker è fondamentale

La strategia che le radio utilizzano ormai da anni nelle loro programmazioni per conquistare l’attenzione del radio ascoltatore è quella di coinvolgere il pubblico rendendolo il protagonista. Pensiamo ai classici giochi a premi che dagli anni ’80 non hanno smesso di perdere appeal proprio perchè i premi in palio rispecchiano i desideri degli ascoltatori: di solito sono magliette, cd, biglietti per il concerto del proprio cantante preferito.

E’ dunque il ruolo umano della radio che la differenzia e la rende ancora protagonista anche nel nuovo scenario digitalizzato? Perché gli ascoltatori la preferiscono ancora alle tracce di un cd?

Lo abbiamo chiesto a Fabio Castrignano, giovane promessa di Radio Torino.

Perché è più diretta, ti tiene compagnia. La radio accontenta molti ascoltatori anche con gusti musicali diversi, li intrattiene mediante il coinvolgimento creato da noi speaker e la rende, quindi, protagonista della giornata…fa da colonna sonora alle giornate di chi la ascolta!

fabio castrignano speaker radio torino

Fabio Castrignano si è formato grazie ad un corso per speaker, ma dopo la formazione come si accede al mondo della radio?

Al mondo della radio si accede con la volontà, dedizione, impegno, bravura, costanza e molta fortuna. Si diventa speaker anche credendo nelle proprie capacità, nella propria passione senza arrendersi mai!

Il futuro della radio sarà quindi sempre più orientato all’ascoltatore. Ciò che rileva nella comunicazione in radio è infatti il modo in cui gli speaker sanno coinvolgere chi li ascolta e quanto li riescono a rendere protagonista della loro programmazione. Pensiamo alle telefonate in diretta dove un ascoltatore a caso viene catapultato all’interno della trasmissione e gli viene data la possibilità di parlare di sè come se fosse una personalità nota al pubblico. Il plus che la radio ad oggi offre agli ascoltatori, ma verso cui si sta dirigendo in maniera sempre più convinta, è proprio quello di umanizzare la programmazione radiofonica, rivolgendosi a gente comune e regalarle istanti di celebrità.

Quando la programmazione radiofonica la fa l’ascoltatore

Il coinvolgimento dell’ascoltatore radiofonico raggiunge livelli molto alti quando addirittura le tematiche da trattare vengono scelte dagli stessi ascoltatori ed, in questo caso, sono molto d’aiuto i social e whats app che integrano il mezzo radiofonico. Abbiamo quindi visto come la radio si sia evoluta, come ha raggiunto il suo pubblico, come l’ha coinvolto e nel futuro ci aspettiamo un forte contributo da parte del web e della televisione.

Nel futuro della radio c’è il web e la televisione

Proprio così. La forza della radio è quella di non fare degli altri mezzi di comunicazione un competitor, ma di interagire con essi per potenziarsi e vivere una seconda giovinezza. I cambiamenti a cui andrà incontro sono orientati ad una radio sempre più social ed integrata con il web; ci aspettiamo quindi:

  • Incremento degli ascolti per le web radio
  • Contenuti esclusivi ed informativi nei siti internet delle web radio
  • Nuove metodologie di interazione tra social e radio. Nuovi format di engagement
  • Una radio sempre più “parlata” e chiacchierata

Da non sottovalutare, in ultima analisi, anche l’interazione che già sembra stia avendo con la televisione. E’ infatti noto come la componente visiva sia una parte “mancante” per chi fa radio. Ma anche qui già possiamo vedere come diverse emittenti radio abbiano scelto di “farsi vedere” anche in tv; il team voci della radio acquista, così, ancor più valore comunicativo. Ci aspettiamo grandi cose da questa nuova radio.

Recent Posts
Contattaci

Ciao, sono Valentina, la tua consulente di Istituti Professionali, di cosa hai bisogno?

Not readable? Change text. captcha txt
radio portatile anni'80lavorare nel sound design istituti professionali 1 jpg