Mondiale Russia 2018: ecco alcune statistiche

 In News
Se sei un appassionato di questo settore e desideri trasformare la tua passione in lavoro, scopri i nostri Master e Corsi di formazione: Clicca qui.

La FIFA ha annunciato le liste definitive delle squadre partecipanti al Mondiale Russia 2018. Insieme al documento di presentazione delle rose, l’organo di governo del calcio internazionale ha riportato alcune statistiche interessanti.

La prima Coppa del Mondo di calcio organizzata in Russia sarà disputata in 11 città diverse del paese e vedrà impegnati 736 giocatori. Di questi, 200 hanno già partecipato ad un’edizione precedente della FIFA World Cup: 186 erano a Brasile 2014, 61 erano a Sud Africa 2010, 21 erano a Germania 2006 e 1, Rafa Marquez, addirittura al Mondiale 2002 in Corea e Giappone. Il difensore messicano diventa cosi il quarto giocatore della storia ad aver disputato cinque edizioni del torneo (gli altri sono Gigi Buffon, Antonio Carbajal e Lothar Matthaus).

L’Inghilterra è l’unica nazionale ad aver convocato tutti giocatori che militano nel proprio campionato nazionale, seguono Russia (21/23) e Arabia Saudita (20/23). Senegal e Svezia, invece, non hanno nessun atleta tra i convocati che gioca nel campionato nazionale.

Tra i calciatori convocati per il Mondiale Russia 2018, 53 di loro hanno già segnato almeno una volta in questa competizione: guida la classifica il tedesco Thomas Muller (10 gol), seguito da James Rodriguez (6), Tim Cahill, Gonzalo Higuain, Lionel Messi e Luis Suarez (5).

Essam El-Hadary sarà il giocatore più anziano della competizione con i suoi 45 anni e cinque mesi di età. Il giocatore egiziano ha 6 anni in più rispetto al secondo giocatore più anziano del Mondiale, il messicano Rafa Marquez. Inoltre, El-Hadary è più grande di tre allenatori: Aliou Cisse del Senegal, Mladen Krstajic della Serbia e Roberto Martinez del Belgio. Nel caso in cui dovesse disputare almeno un minuto del torneo, El-Hadary diventerebbe il giocatore più vecchio ad aver giocato un Mondiale, superando il record attuale detenuto dall’ex portiere della Colombia Faryd Mondragon (43 anni e 3 giorni).

29 sono gli anni di differenza tra l’allenatore più grande del Mondiale, Oscar Tabarez dell’Uruguay, e il più giovane, Aliou Cisse. L’allenatore più anziano ad aver mai disputato un Mondiale è stato Otto Rehhagel.

Il giocatore più giovane della competizione iridata sarà l’australiano Daniel Arzani con 19 anni e 5 mesi. Nelle precedenti edizioni furono Femi Opabunmi nel 2002 (17 anni e 2 mesi), Theo Walcott nel 2006 (17 anni e 3 mesi), Christian Eriksen nel 2010 (18 anni e 4 mesi) e Fabrice Olinga nel 2014 (18 anni e 1 mese). L’età media dei giocatori convocati è di circa 28 anni, la più grande della storia del torneo.

Il club più rappresentato sarà il Manchester City, con 16 giocatori partecipanti, seguito da Real Madrid (15), Barcellona (14), Chelsea, Psg e Tottenham (12). A livello di campionati, l’Inghilterra è la più rappresentata (124 giocatori), poi Spagna (81) e Germania (67).

58, invece, saranno i calciatori provenienti dal campionato italiano, rappresentanti varie nazionalità: sette giocatori polacchi, sei croati, cinque argentini, svizzeri e uruguayani, quattro serbi e svedesi, tre brasiliani e senegalesi, due colombiani, danesi, portoghesi e nigeriani, un giocatore della Costarica, un francese, un tedesco, un marocchino, un islandese, uno spagnolo e un coreano.

Tra i club italiani, 16 sono quelli che avranno almeno un proprio rappresentante al Mondiale Russia 2018: tutte tranne Benevento, Chievo, Sassuolo e Cagliari. La squadra più rappresentata sarà la Juventus, con 11 giocatori, seguita da Napoli (6), Milan e Sampdoria (5), Inter, Torino e Bologna (4), Roma e Udinese (3), Lazio, Atalanta, Spal, Fiorentina, Genoa e Crotone (2), e Verona (1).

Rafa Marquez e Javier Mascherano saranno i giocatori con più presenze ai Mondiali (16).

Post recenti

Leave a Comment

Contattaci

Ciao, sono Valentina, la tua consulente di Istituti Professionali, di cosa hai bisogno?

criteri ammissione seconde squadre istituti professionaliusa messico e canada ospiteranno i mondiali 2026 istituti professionali