Il trucco fotografico, il set di lavoro per makeup artist

 In News

Trucco fotografico: compito anche del makeup artist. È una figura professionale altamente specializzata. Studiare le consuetudini delle diverse epoche, essere a conoscenza degli strumenti e dei materiali da utilizzare in combinazione con le luci del set e con le tipologie di audiovisivo o fotografia da creare, lo rendono una figura importantissima ed indispensabile per il set cinematografico, televisivo e fotografico. Una delle professioni tra le più nuove e richieste, che affascina soprattutto ragazze, è quella del make up artist per fotografia e cinema: un mestiere che richiede una certa capacità tecnica nel movimento e soprattutto necessita di “occhio”, interpretazione e versatilità. Fino a qualche anno fa venivano chiamati truccatori, oggi, complice la crescente notorietà, specie sul web, per il grande pubblico sono diventati make up artist. Il primo passo per intraprendere questa carriera è studiare in un’accademia o frequentare un corso specifico, perché, a dispetto di quello che si può credere, non si tratta solo di una passione, ma di una professione che richiede notevoli competenze tecniche, soprattutto quando ha a che fare con fotografia e cinema.

Make up artist: sbocchi occupazionali

Al termine degli studi, il make up artist comincia a lavorare, di solito come free lance. Il che significa, per esempio, truccare le modelle prima di uno shooting fotografico oppure occuparsi del trucco dei protagonisti di uno spettacolo teatrale. Agli inizi la strada è in salita, bisogna fare esperienza, farsi conoscere. Molti giovani iniziano affiancando un fotografo e facendo il lookbook delle modelle: è un buon modo per fare pratica e costruire un portfolio. C’è anche chi, dopo la gavetta, entra in un’azienda di cosmetici, dove può ricoprire molteplici incarichi. Può, per esempio, gestire le sessioni di make up effettuate nei negozi (come profumerie e department store), occuparsi della formazione del personale oppure lavorare alle campagne di comunicazione. Per chi sceglie il make up fotografico gli sbocchi naturali sono tanti: sfilate, eventi, album, fototessere. Un aspetto importantissimo è l’aggiornamento: occorre, infatti, essere sempre informati, tenere d’occhio le innovazioni tecnologiche, i trend di colore che arrivano dal fashion system o il make up delle celebrità. Insomma, non restringere i propri orizzonti, ma guardare sempre avanti. Quali le retribuzioni? Ovviamente dipende dall’esperienza e dal tipo di lavoro che si fa. Si può partire da 800 euro al mese per arrivare a cifre elevate per make up artsit celebri, che realizzano le campagne pubblicitarie con le top model.

Gli obiettivi del corso di make up artist

Il programma del corso abbraccia gli aspetti di base del makeup, per poi approfondire le sue connotazioni prettamente legate alla fotografia e al cinema. Sarà, infatti, fondamentale lo studio di storia del cinema e del teatro, per poi passare al trucco sul set: il realismo e le riprese moderne, trucco HD, differenze tra cinema, fiction e soap opera, invecchiamento pittorico cinematografico e invecchiamento cinematografico con lattice. Il corso si occuperà di fornire al futuro professionista la capacità di analizzare il personaggio e di saper rendere il suo carattere, le sue emozioni e la sua identità attraverso l’immagine. Nello stesso tempo, i partecipanti saranno in grado di muoversi alla perfezione su un set. Il corso mira a fornire, infine, al futuro professionista le competenze necessarie per adattare il trucco dei personaggi alle diverse epoche storiche: è prevista, infatti, la rilettura di immagini e stili dagli anni ’20 agli anni ’90 attraverso il make up e i capelli. A prescindere dal contesto (libera professione o azienda), è importante la conoscenza dell’inglese, non solo perché il linguaggio del make up è in gran parte anglosassone (basti pensare a termini come blush o gloss) ma anche perché i contesti di lavoro sono spesso internazionali. Per chi sceglie, invece, il make up fotografico, oltre le necessarie competenze tecniche e la conoscenza indispensabile della lingua straniera, sarà importante acquisire abilità negli scatti in flash, nello sviluppo, nelle luci e nell’ambito della sovraesposizione. Il trucco fotografico necessita di approfondite conoscenze teoriche ed ottime capacità manuali perché la foto può essere guardata, scrutata, passata al setaccio, alla ricerca della minima imperfezione che non ci deve essere.

Recent Posts
Contattaci

Ciao, sono Valentina, la tua consulente di Istituti Professionali, di cosa hai bisogno?

Not readable? Change text. captcha txt
Lavoro di promotore finanziarioSoftware match analyst di LongoMatch