No della Covisoc a Avellino, Bari e Cesena.

 In News
Se sei un appassionato di questo settore e desideri trasformare la tua passione in lavoro, scopri i nostri Master e Corsi di formazione: Clicca qui.

Cattive notizie per Avellino, Bari e Cesena. La Covisoc, Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche, ha espresso parere negativo sulle domande di partecipazione al prossimo campionato dei tre club ritenendole non idonee. Le tre società, ora,  hanno tempo fino a lunedì 16 per fare ricorso e mettersi in regola sia dal punto di vista della ricapitalizzazione che dei pagamenti arretrati di Irpef e stipendi dei calciatori.

Per il Bari il motivo è la mancata ricapitalizzazione da parte del socio di maggioranza. I pugliesi, infatti,  hanno bisogno di 3.074.527 euro, dopo che il presidente Giancaspro, con Kreare Impresa, ha sottoscritto l’aumento di capitale per quasi 1,5 milioni mentre il socio di minoranza, Gianluca Paparesta ha sottoscritto invece quote per 28.929 euro esercitando il diritto di opzione per la sottoscrizione dello 0,63% dell’aumento di capitale.

Situazione ancora più complicata per il Cesena che non è riuscito a raggiungere un accordo con l’Agenzia delle Entrate per la ristrutturazione del debito (circa 40 milioni dei 73 complessivi). Il presidente Lugaresi sta cercando di risolverla trattando con un nuovo gruppo di soci che garantirebbero subito sei milioni tra fideiussione bancaria e liquidità. Successivamente ne servirebbero altri due per l’iscrizione al campionato, secondo quanto ammesso dallo stesso Lugaresi.

Più semplice, invece, la situazione dell’Avellino, che ha visto rifiutarsi l’iscrizione al campionato di Serie B da parte della Covisoc per non aver presentato la fideiussione. Tuttavia, dalla società traspare tranquillità, certi di riuscire a sistemare a breve il tutto. Comunque il club campano partirà nella prossima stagione con dei punti di pe­nalizzazione (1 o 2).

In Lega Pro, la situazione è ancora più critica con problemi economici per Fidelis Andria, Lucchese e Cuneo e problemi relativi allo stadio per Reggiana, Monza e Pistoiese. Il Mestre, invece, ha già annunciato di rinunciare alla Serie C e di conseguenza ripartire dall’Eccellenza.

Post recenti

Leave a Comment

Contattaci

Ciao, sono Valentina, la tua consulente di Istituti Professionali, di cosa hai bisogno?

ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
arianna angelucci istituti professionali corso per wedding plannermilan in europa league istituti professionali