Champions League: introdotto il “Ranking storico”

 In News

Nell’articolo Champions League 2017-2018:la distribuzione dei ricavi avevamo spiegato come viene ripartito dall’UEFA il montepremi della principale competizione europea per club.

La Gazzetta dello Sport ha recentemente riportato le modifiche a questo sistema che saranno attive a partire dal triennio 2018-2021. La nuova riforma della Champions consentirà ai quattro principali campionati europei, Spagna, Inghilterra, Italia e Germania, di avere 4 club direttamente alla fase a gironi, rendendo cosi il torneo di livello più alto e quindi maggiormente commercializzabile. Ciò ha comportato un aumento dei ricavi di 1,1 miliardi di euro, passando dai 2,3 annui del ciclo 2015-2018 ai prossimi 3,4 miliardi.

Questo incremento si rifletterà di conseguenza sui ricavi dei singoli club che, dei 3,4 miliardi che riceverà da tv e sponsor, 1,9 saranno destinati al montepremi della Champions League (mezzo miliardo in più rispetto agli attuali della stagione 2017-2018).

Champions League 2018-2021: esordio del “Ranking storico”.

La principale novità del format di distribuzione dei ricavi della Champions League riguarda l’introduzione del “Ranking storico“, fortemente richiesto dai club più blasonati. Dal prossimo anno, infatti, le quote per ogni singolo club saranno divise in 4 categorie, non più 3:

– Premi di partecipazioni (25%)
– Market Pool (15%)
– Premi da risultati stagionali (30%)
– Premi da risultati storici (30%)

Nuovo format Champions League 2018-2021: i premi di partecipazione

La quota destinata ai premi di partecipazione passerà da 406 milioni a circa 480. Quindi, qualificarsi alla fase a gironi della competizione, permetterà ai club di incassare 15 milioni (la cifra attuale è di 12,7 milioni).

Nuovo format Champions League 2018-2021: Market Pool

Il Market Pool (calcolato proporzionalmente sul valore dei diritti tv nazionali) è la voce che subirà maggiormente l’effetto dell’inserimento del Ranking storico. La sua quota passerà dai 580 milioni totali del triennio 2015-2018 ai circa 300 nel ciclo 2018-2019.

Nuovo format Champions League 2018-2021: premi da risultati stagionali

Un forte aumento riguarderà anche i premi per i risultati stagionali, che aumenteranno da 380 milioni a 600.

Di conseguenza aumentano le quote di tutti i passaggi: dal pareggio nel gruppo (900 mila euro, erano 500 mila) al successo finale (da 15,5 a 19 milioni). La vittoria del gruppo varrà 2,7 milioni, il passaggio agli ottavi 9,5, quello ai quarti 10,5, il raggiungimento delle semifinali 12 e la finale 15. Infine, la vittoria del trofeo produrrà 19 milioni di euro.

Nuovo format Champions League 2018-2021: il “Ranking storico”

È questa la vera novità della prossima edizione della Champions League: il “Ranking storico“. Verrà calcolato un coefficente che “peserà” i risultati nelle coppe fin dalla prima edizione in base all’epoca. I risultati più recenti, ovviamente, varranno di più.
A beneficiare particolarmente di questo Ranking storico saranno i club più blasonati come Real Madrid, Milan, Bayern, Liverpool, Barcellona, Juventus e Inter.

La squadra al primo posto in questa particolare classifica riceverà 32 milioni, sui 528 totali destinati a questa voce.

Sei un appassionato di calcio? Segui i corsi di Istituti Professionali.

Recent Posts

Leave a Comment

Contattaci

Ciao, sono Valentina, la tua consulente di Istituti Professionali, di cosa hai bisogno?

quincy jones istituti professionalivar istituti professionali