Addio a Don Buchla, Il più grande produttore di synth modulari

 In News

Il portale di musica Rockit.it nè dà la notizia, riprendendo la storia di un pioniere dei synth modulari. Californiano di nascita, Don ha studiato pianoforte sin da piccolo, mostrando poi un notevole interesse per l’elettronica. Questa passione, unita alle suoi studi in fisica – facoltà in cui si è laureato nel ’59 – lo hanno presto portato a “giocare” e a costruire radio a transistor e altri aggeggi del genere. lavorare nel sound design istituti professionali 2 jpg Le sue conoscenze e le sue straordinarie capacità tecniche ebbero come risultato primo, quello di costruire l’impianto audio per i concerti dei Grateful Dead e di collaborare con la NASA per un progetto che aveva come scopo quello di aiutare i piloti a navigare nello spazio con l’ausilio di segnali sonori. Risale al 1963 il suo primo sintetizzatore, il “Music Easel, Thunder”, detto anche “Buchla Box”, mai ultimato in verità e superato, a breve, dal famoso Moog . Il Buchla Box di Don aveva come particolarità quella di non prevedere una tastiera che, secondo l’inventore era rappresentava una sorta di costrizione limitante. Il grande Don Buchla ha poi venduto la licenza del “Buchla Box” alla CBS e ha continuato a a collaborare con marchi importanti come Oberheim e Moog, dimostrando di essere una sorta di genio sperimentatore, sempre alla ricerca di nuove soluzioni di suono. Lavorare nel sound design oggi è più semplice anche grazie alle sue scoperte e ai suoi studi. Vuoi diventare un esperto nel campo del suono? Diventa sound designer con il corso di Istituti Professionali.

Recent Posts
Contattaci

Ciao, sono Valentina, la tua consulente di Istituti Professionali, di cosa hai bisogno?

Not readable? Change text. captcha txt
fabio castrignano speaker radio torinocorso tecnico del suono istituti professionali jpg